DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE all'abbattimento o allo spianto di alberi di olivo

Responsabile di procedimento: Sodano Stefano
Responsabile di provvedimento: Prosperi Rossella

Uffici responsabili

Ufficio sviluppo economico e servizi alle imprese (suap, attivita' produttive)

Descrizione

Art. 3 L.R. 13 Febbraio 2009, n. 1 Disposizioni urgenti in materia di agricoltura

 

(Disciplina dell’abbattimento e dell’espianto degli alberi di olivo)

1. Nel territorio della Regione è vietato l’abbattimento e l’espianto degli alberi di olivo, salvo i casi consentiti dal presente articolo.

2. L’abbattimento e l’espianto degli alberi di olivo secolari o di elevato valore storico, antropologico e ambientale può essere autorizzato esclusivamente per motivi di pubblica utilità.

3. Può essere autorizzato l’abbattimento o l’espianto di alberi di olivo, diversi da quelli di cui al comma 2, nei seguenti casi:

a) accertata morte fisiologica della pianta;

b) permanente improduttività o scarsa produttività dovuta a cause non rimovibili;

c) eccessiva fittezza di impianto che renda disagevoli le operazioni colturali e rechi danno all’oliveto;

d) esecuzione di indispensabili opere di miglioramento fondiario;

e) esecuzione di opere di pubblica utilità;

f) realizzazione di fabbricati in conformità ai vigenti strumenti urbanistico edilizi di livello comunale e

regionale.

4. Il comune nel cui territorio ricadono le piantagioni rilascia, su richiesta degli interessati, l’autorizzazione all’abbattimento e all’espianto degli alberi di olivo, previa verifica di quanto previsto ai commi 2 e 3.

5. Chiunque abbatte o espianta alberi di olivo senza avere chiesto ed ottenuto la preventiva e necessaria autorizzazione è soggetto al pagamento di una somma da 500 euro a 3 mila euro per ciascun albero abbattuto o espiantato fino ad un massimo di 20 mila euro, e, ove possibile, al reimpianto degli alberi abbattuti o espiantati.

6. L’accertamento delle violazioni delle norme concernenti il divieto di abbattimento delle piante di olivo e l’irrogazione delle relative sanzioni amministrative sono esercitati dai comuni ai sensi dell’articolo 182, comma 1, della legge regionale 6 agosto 1999, n. 14 (Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo).

7. Sono fatti salvi gli effetti delle autorizzazioni rilasciate dai comuni a partire dalla data di abrogazione della legge regionale 20 maggio 1980, n. 37 (Interventi nel settore dell’olivicoltura) e successive modifiche, fino alla data di entrata in vigore della presente legge.

Chi contattare

Personale da contattare: Sodano Stefano

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
90 giorni

Costi per l'utenza

N. 2 Marche da bollo da € 16,00 [una sulla domanda e una (eventuale) all’atto del ritiro];

Attestazione pagamento Diritti Suap di 25,00 causale Diritti Suap Velletri per <Autorizzazione abbattimento/spianto olivi….> (obbligatorio) mediante:

  • versamento su c/c 34593004 intestato al Comune di Velletri – Serv. Tesoreria;

  • contante presso la Tesoreria Comunale (Banca Popolare del Lazio – Agenzia Velletri 1 in Via del Comune, 59 e Sede, in Velletri, Via Martiri Fosse Ardeatine, 9;

  • bonifico bancario con le seguenti coordinate: Banca Popolare del Lazio, Agenzia Velletri,1, C/C IBAN: IT40F0510439491CC0010007261

Servizio online